contrast1.jpgcontrast1a.jpgcontrast2.jpgcontrast3.jpgcontrast4.jpgcontrast4a.jpgcontrast5.jpgcontrast6.jpgcontrast7.jpgcontrast7a.jpgcontrast8.jpgcontrast9.jpg

Corelli Chamber Orchestra
Peter Bassano, direttore d’orchestra
Renato Marchese, violino

programma musicale

O. Respighi (1879-1936)
Antiche Danze ed Arie (Suite III) per archi
1.Italiana
2.Arie di Corte
3.Siciliana
4.Passacaglia


E. Grieg (1843-1907)
Due Melodie Elegiache Op. 34 per archi

1.Hjertesar
2.Varen


E. Elgar (1857-1934)
Serenata Op. 20 per archi

Allegro piacevole - Larghetto - Allegretto


G. B. Pergolesi (1710-1736)
Concerto in SIb per violino e archi

Allegro - Largo - Allegro

 

Corelli Chamber Orchestra
La Corelli Chamber Orchestra, pur essendo stata costituita nell’anno 2000, era stata già ideata e formata nel 1997 su iniziativa del suo direttore Manfredo Di Crescenzo. Essa è costituita da musicisti accomunati dall’interesse per la divulgazione e rivalutazione del repertorio orchestrale Barocco, alternato alla musica orchestrale del Novecento europeo e sudamericano. Dal 1997 ad oggi, l’Orchestra ha già svolto più di duecento concerti in molte località d’Italia: Roma (Basilica S. Vitale, Basilica S. Maria ad Martyres/Pantheòn, Basilica S. Lorenzo); Firenze (Basilica S. Croce, Chiesa S. Maria, Fortezza da Basso); Pescara (Cattedrale S. Cetteo, Chiesa Padreo Blati, Istituto Eugenia Ravasco); Ortona (Cattedrale S. Tommaso, Auditorium Sant’Anna); Chieti (Cattedrale S. Giustino); Francavilla al Mare (Chiesa S. Rocco, Museo Michetti); Avezzano (Cattedrale S. Benedetto dei Marsi); Morro D’Oro (Abbazia S. Maria di Propezzano, Chiesa S. Salvatore); Guardia Vomano (Abbazia S. Clemente); Atri (Cattedrale di S. Maria Assunta); Pineto (Chiesa S.Agnese); Sambuceto (Chiesa S. Rocco); Roseto degli Abruzzi (Chiesa SS. Assunta, Chiesa Sacro Cuore); e in tante altre città d’Italia: Ancona (Teatro Cortesi), Mantova (Teatro Giacometti), Savona (Teatro Nuovo), Lecco (Teatro Comunale), riscuotendo ovunque apprezzamenti e consensi da parte del pubblico e della critica specializzata. Nell’anno 2000, in occasione del decennale dalla scomparsa del compositore argentino Astor Piazzolla, l’Orchestra ha svolto una tournée di ventuno concerti nelle Regioni Abruzzo, Marche, Toscana, Lazio e Campania. Inoltre, il 3 novembre dello stesso anno, l’Orchestra è stata invitata a tenere il concerto di chiusura del 53° Edizione del Premio Michetti che si è svolto all’interno del Museo Michetti di Francavilla al Mare. Nell’Ottobre 2003, l’Orchestra ha svolto una tournée concertistica in Europa, e precisamente in Grecia, Croazia e Svizzera. Dall’anno 2004 al 2006 ha realizzato due Compact Disc dedicati alle musiche di Michele Mascitti (Quattro Concerti dell’Opera Settima) e Fedele Fenaroli (Stabat Mater e due Domine Deus), alcune delle quali inedite e trasmesse in Prima Mondiale su RAI INTERNATIONALE Canale Satellitare. Nell’estate 2007 la Corelli Chamber Orchestra è stata scelta dall’Associazione Musicale G. Rossini per svolgere il PROPEZZANO OPERA FESTIVAL nello splendido scenario del Chiostro dell’Abbazia S. Maria di Propezzano (TE).

Renato Marchese, violino.

Pescarese, ha iniziato lo studio del violino nella sua città seguendo i corsi di perfezionamento dell’Accademia Musicale Pescarese tenuti dal M° Fulvio Montanaro. Ha proseguito gli studi presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila dove si è diplomato in violino con il massimo dei voti sotto la guida del M° Pasquale Pellegrino. Ha vinto diversi concorsi di esecuzione musicale nazionali.
Ha frequentato i corsi di perfezionamento di Nina Beilina e Victor Libermann. Ha suonato nell’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Ha svolto e svolge carriera concertistica come solista e violino di spalla in orchestre e gruppi da camera: Ensemble Barattelli dell’Aquila e Officina Musicale Italiana, I Virtuosi da Camera dell’Accademia di Firenze, il Collegium Philarmonicum di Napoli diretto dal M° Giuseppe Principe, la Camerata Anxanum di Lanciano, l’Orchestra da Camera “B. Marcello” di Teramo, la Corelli Chamber Orchestra. Suona in duo col pianoforte, in trio e in quartetto.
Ha suonato con artisti di fama internazionale, come Kenneth Gilbert, Rinaldo Alessandrini, Mario Brunello, Franco M. Ormezovski, Enrico Dindo, Marco Rizzi; ha effettuato tournées all’estero (Londra, Oxford, Bruxelles, Salisburgo, Parigi, Israele, Etiopia ecc.) e ha inciso diversi compact disc per la casa discografica Bongiovanni di Bologna (ricevendo il giudizio di “ottimo” dalla rivista specializzata “Amadeus”), per la Mondomusica e la Wide Classic.
E’ vincitore di sei concorsi per abilitazione all’insegnamento di violino, quartetto d’archi e musica da camera presso i Conservatori di Stato e l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Braga” di Teramo. Attualmente è docente di ruolo di violino presso il Conservatorio “L. Perosi”di Campobasso. Suona un violino Ansaldo Poggi del 1970.

  Peter Bassano, direttore d’orchestra inglese

È stato Direttore di Musica dell'Università di Oxford Sinfonietta, Oxford Opera, Città di Rochester Sinfonia Orchestra, Città di Cambridge l'Università di Musica Reale Insieme di Ottone, Wendover Società Corale. Egli discende da una famiglia di musicisti Veneziani portata in Inghilterra da Enrico Vlll. Studiò trombone e canto all'Università di Musica Reale, dove fino a 2004 è stato Professore di Trombone e Sax. Ha studiato direzione con John Eliot Gardiner, Nikolaus Harnoncourt, Roger Norrington, Jorma Panula e Bramwell Tovey. Nel 1973 è entrato a far parte dell'Orchestra Philharmonica come trombonista, cinque anni più tardi divenne direttore artistico del quintetto “Equale Brass” con il quale ha inciso sette dischi. Ha registrato in prima mondiale 27 lavori compositivi diversi di compositori come David Bedford, Pietro Skellern, Roger Smalley e John Tavener. Ha tenuto masterclass nel Sibelius Akademy, Helsinki, Accademia Svedese e Reale, Conservatorio di Parigi, Canberra, Melbourne e Sydney. Ha svolto conferenze alla Cambridge, Duke, Hong Kong, Indiana, Open, Oxford, Queen, (Belfast) Salford, Trinity e le York Universities. Ha diretto al Royal Festival l’Orchestra Filarmonica Internazionale. Ha curato molti Festival ad Aldeburgh, Chester, Greenwich, Nottingham. Ha inoltre diretto la Helsinki Philharmonic, la Royal Danish Academy Symphony, la Royal Oman Symphony e più recentemente l’Orchestra Sinfonica di Stato del Messico. Ha diretto l'Orchestra Barocca con i Concerti Brandenburghesi di Bach a Buckingham Palace, l'Orchestra Sinfonica dell’ Università di Eton, l'Orchestra Sinfonica dell'Università Imperiale, l'Orchestra Sinfonica dell’ Università di Warwick. Ha condotto i primi spettacoli di: Tim Souster`s Echoes (Manchester/BBC Radio 3), Joseph Horovitz`s Tuba Concerto (Nottingham Festival) e Andrew Powell's 'Falstaff: Theme and Episodes' (Paris, Cité de la Musique), Chris Batchelor’s Weasel Words & Winning Ways, Max Charles Davies’s Trinity-Credo, Simon Dobson’s Four Britten Sketches, Gabriella Swallow’s Spit, Esa-Pekka Salonen’s Stockholm Diary, Ivor Bonnici’s Three Movements for Chamber Orchestra, Britta Bystrom’s Rebellion in Greenery e Sebastian Currier’s Remix. Pietro Bassano scrive regolarmente su riviste musicali e ha pubblicato ricerche su Beethoven, Byrd, Shakespeare e Veronese. Attualmente sta scrivendo unlibro sui Sonetti di Shakespeare.

 

   Orchestrali ________________________

 

 

Violini I 

 Renato Marchese

 Elena Arcini

 Silvia Stella

 Alessio Giuliani

 Gisberto Cardarelli

 

  Violini II 

Ercole Ricci

  Ioana Pirvu

 Francesco Negri

Federica Isidori

 

 Viole 

 Stefano Corradetti

 Hazel Goddard

 

 Violoncelli 

 Galileo Di Ilio

 Daniela Tremaroli

 

 Contrabassi 

  Roberto Della Vecchia

 

 

                  

 

 

 

 

 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla